Approfondimenti, News

Soave, prima doc del vino ottenuta in un “paesaggio di interesse storico”

Le “colline vitate del Soave” in provincia di Verona sono diventate “Paesaggio rurale di interesse storico” e per la prima volta una doc del vino, una delle più apprezzate anche

Vigneti a Borgo Rocca Sveva. Sullo sfondo il castello di Soave

Vigneti a Borgo Rocca Sveva. Sullo sfondo il castello di Soave

fuori dai confini nazionali, ottiene l’iscrizione nel “Registro nazionale dei paesaggi rurali di interesse storico, delle pratiche agricole e delle conoscenze tradizionali” istituito dal Ministero delle politiche agricole e forestali nel novembre 2012.

Si tratta di un riconoscimento alla valenza storico-rurale del comprensorio produttivo del Soave al cui interno, nella zona classica, sono stati individuati 1.700 ettari collinari, microparcellizati, coltivati secondo le tecniche della viticoltura eroica. Risale infatti al 1816 la prima mappa, tratta dal catasto napoleonico, che censisce i vigneti del Soave, in base alla quale poi nel 1931, con decreto regio, venne istituita la prima denominazione italiana. In questa zona – percepita come isola non urbanizzata nella campagna veneta – sono ancora oggi presenti elementi di edilizia storica, capitelli votivi, forme di allevamento come lapergola, muretti a secco. Esistono inoltre vigneti di oltre 100 anni, tutt’oggi produttivi.

Si tratta di un grande risultato per la denominazione del Soave, che fin dal 2006 ha iniziato un’attività di sensibilizzazione a livello nazionale proprio sul tema del paesaggio storico e della sua tutela. Questo riconoscimento, oltre al valore, riconosce anche la vulnerabilità di questo territorio e del suo tessuto sociale e la necessità di preservarne l’integrità.

Su Top Italian Wine alcune delle etichette più prestigiose e di alta gamma di Soave, proposte nel Corner Shop di Rocca Sveva, ottenute con il preciso impegno di mantenere le tipicità locali, salvaguardando le caratteristiche legate ai vitigni e alle terre con il duplice obiettivo di valorizzare prodotto e territorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>