Cantine

Castello Bonomi

Ora di proprietà (dal 2008) dell’azienda vinicola veneta Palladin ma fondata nel 1985 dalla famiglia Bononi (proprietaria dal 1915), l’azienda Castello Bonomi prende il nome dall’originale edificio liberty progettato alla fine dell’800 dall’architetto Antonio Tagliaferri posto sulla collina di fronte al Monte Orfano nel comune di Coccaglio.Franciacorta Castello Bonomi

La tenuta conta su 24 ettari vitati, su terreni collinari sistemati in parte su gradoni, situati nella zona più meridionale della Franciacorta, l’area del Monte Orfano, il più antico affioramento della pianura padana, rilievo isolato che si estende nei territori dei comuni di Coccaglio, Cologne, Erbusco e Rovato per una lunghezza di oltre cinque chilometri, che gode di un microclima del tutto particolare e che nel pioneristico lavoro di zonazione fatto in Franciacorta negli anni Novanta ovvero, é stata designata come una delle sette “unità vocazionali” del territorio.

Una zona dotata cioè di una particolare geologia, il cosiddetto “conglomerato” di natura litorale, con molti elementi ciottolosi grossolani, un’età geologica più antica del resto della Franciacorta, un particolare microclima, con temperature massime e minime più alte, un’esposizione massima al sole e una presenza calcarea spiccata. E un’epoca di maturazione decisamente anticipata. I vigneti si sviluppano fino a 275 metri di altezza con esposizione sud, sud-est, sud-ovest, nel comune di Coccaglio.

La produzione è di circa 150 mila bottiglie, distribuita su sette tipologie di Franciacorta.

Scopri i migliori Franciacorta Castello Bonomi su Top Italian Wine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *