Abbinamenti e ricette

Festeggia Capodanno stappando un Franciacorta, aspettalo degustando un passito!

Brindisi di CapodannoSbaglierebbe, e di molto, chi pensasse che per festeggiare la fine di un anno che se ne va e l’arrivo dell’Anno Nuovo – festeggiamenti gioiosi che di solito si fanno in compagnia – sia sufficiente stappare la prima bottiglia che capita. Basta che il tappo salti rumorosamente con il botto e che il vino parta spumeggiando dal collo della bottiglia e che festa sia!

Sicuramente per compiacere l’aspetto coreografico del momento non è importante la qualità del vino scelto, basta che abbia le “bollicine”, ma poiché i lettori di questo blog e i frequentatori di Top Italian Wine sono dei conoscitori e dei buongustai, e amano bere bene e mostrare di saper scegliere anche ai loro amici, voglio consigliare, anche per la notte di San Silvestro e Capodanno, di scegliere un Franciacorta.

Però bisogna sceglierlo bene. Perché un Franciacorta, come abbiamo già raccontato in precedenti post, va bene in qualsiasi occasione e si abbina senza problemi ad una gamma infinita di piatti – e quindi andrà benissimo, con l’acidità sgrassante di un Extra Brut o di un Dosaggio Zero, anche sul classico e beneaugurale cotechino (o zampone) con le lenticchie oppure sui piatti che tradizionalmente precedono l’arrivo della Mezzanotte – e perché è giusto chiudere un anno e aprirne uno nuovo all’insegna di quello che, nell’opinione comune e presso un pubblico sempre più ampio di appassionati, è il metodo classico italiano di riferimento.

Ma quale Franciacorta scegliere? Visitando questo blog la risposta è ovvia: un Franciacorta a misura del proprio gusto e di quello delle persone che trascorreranno insieme a noi l’ultimo dell’anno. Un Brut, dal gusto più rotondo, meno deciso, se i nostri amici non hanno una grandissima esperienza sui metodo classico e preferiscono vini meno secchi, un Satèn, ottimo anche da portare a tavola a tutto pasto, dal gusto più morbido e cremoso, particolarmente adatto al palato di molte signore. Signore, ma anche molti uomini, che gradiranno sicuramente la finezza di un Rosé, mentre per gli appassionati, soprattutto uomini, che gradiscono un gusto più secco e deciso, più maschio, andranno particolarmente bene Extra Brut, Dosaggio Zero e millesimati, soprattutto le riserve con un più lungo affinamento sui lieviti.

Inutile, in questo contesto, consigliarvi questo o quel Franciacorta: ad ognuno di voi, anche in base alla conoscenza dell’azienda e del marchio e alla disponibilità di spesa, la scelta. Sicuramente, se vorrete fare la figura di quelli che ne sanno e mostrare ai vostri amici di essere un eno-conoscitore, sarà questa l’occasione buona per puntare su selezioni particolari (che in Champagne definiscono “cuvée de prestige”) e su millesimati speciali. Ma potrete sempre sorprendere i vostri compagni di festeggiamenti scegliendo, e Top Italian Wine li ha saputi selezionare, anche piccoli produttori che realizzano i loro Franciacorta con particolari cure artigianali.

E cosa fare, oltre a gustare Franciacorta a tavola, in attesa della Mezzanotte e della stappatura? Considerato che Top Italian Wine offre anche una selezione, particolarmente attenta, di vini passiti, si possono passare le ultime ore dell’anno magari giocando a carte o dedicandosi a una tombola o ad un gioco di società, mangiando frutta secca e qualche dolce secco non cremoso, ma non il panettone, accompagnandolo con un bicchierino di uno dei tanti preziosi vini proposti tra quelli ottenuti con la tecnica dell’appassimento delle uve: da un Erbaluce di Caluso a un Passito di Pantelleria, da un Breganze Torcolato a un Moscato di Trani a un Verduzzo. Senza dimenticare Albana di Romagna Passito, Vin Santo, Cinque Terre Schiacchetrà.

Sarà un modo simpatico e gioiosamente edonistico di congedare l’anno che va e di salutare, prima del rito del tappo che salta, l’anno nuovo che arriva. Si spera più sereno e felice, ma sempre speso nel nome di Bacco, perché non c’è allegria possibile senza un buon vino che l’accompagni! Auguri e felice 2014!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>